Un video mostra le potenzialità di ARKit per la misurazione di una stanza

15 luglio 2017 di Luca Ansevini

Sul palco della WWDC 2017 tenutasi lo scorso mese Apple ha presentato il nuovo framework ARKit, pensato per consentire agli sviluppatori di integrare nelle loro applicazioni fantastiche funzionalità che sfrutteranno la realtà aumentata.

arkit-ios

 

 

Dall’arrivo della prima beta di iOS 11 abbiamo potuto già ammirare cosa ARKit sia in grado di fare. Un nuovo video, postato in queste ultime ore sul canale YouTube Made With ARkit, ci mostra le potenzialità di questo framework durante una misurazione di un ambiente chiuso.

Nel video si evidenzia come il software sia in grado di mappare una cucina punto a punto restituendo misurazioni inerenti sia la lunghezza di ogni singolo “segmento virtuale” generato dalla mappatura, sia l’area della stanza una volta terminata la tracciatura della stessa. Il tutto in pochi secondi e con una facilità sorprendente, che permetterà agli sviluppatori di creare nuove fantastiche applicazioni.

Buonissime notizie insomma per tutti quanto si ritenevano spaventati da un utilizzo della realtà virtuale che comprendesse solo grossi draghi svolazzanti sopra il tetto di casa e altre funzionalità di scarsa importanza.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Caelestive

    iPhone è sempre lo stesso; introducono sciocchezze come il 3D touch; Apple castra volontariamente i dispositivi con gli aggiornamenti per farti comprare il nuovo; iOS è peggio di android e non offre nulla più di un dispositivo da 200€; bla bla bla…

    Questo kit gira (se non erro) da iPhone 6s in poi, ciò significa che ne erano già al lavoro e che non lasciano niente al caso.
    Il potenziale, in particolare su iPad, è enorme e, a seconda di come si muoverano gli sviluppatori, potrà cambiare concretamente il modo di lavorare ed il video ne è la dimostrazione. Non chiacchiere, ma fatti…

  • CAIO MARIOZ

    Gira su
    – iPhone 6S, 6S Plus, SE, 7, 7 Plus
    – iPad 5th 9.7″, iPad Pro 12.9″ 2015, iPad Pro 9.7″ 2016, iPad Pro 10.5″ e 12.9″ 2017
    Quando uscirà iPhone 8 ARkit sarà disponibile sulla maggior parte dei dispositivi Apple attivi.

  • ROOT

    “Questo kit gira (se non erro) da iPhone 6s in poi, ciò significa che ne erano già al lavoro e che non lasciano niente al caso.

    Ciò significa che il processore A9 è in grado di supportare la potenza di calcolo necessaria per gestire un kit come quello di ARKit. Che poi ci stessero lavorando da anni, non saprei, direi di si.

  • Caelestive

    Certo ma credo che questa “potenza di calcolo” sia stata voluta fin dall’inizio: non a caso A9 ha 2GB di ram ed un M9 molto migliore rispetto il predecessore e, non a caso, subito dopo presentarono l’erede del mitico 5S con, appunto, A9… con il 5C non scelsero il chip del 5?
    Il 6S, lato hardware (più ram, più megapixel, 3D touch), secondo me è un piccolo spartiacque tra il vecchio ed il nuovo iOS.

  • ROOT

    I megapixel non si collegano direttamente al sistema operativo. Che discorso è? L’iPhone SE è a tutti gli effetti un iPhone 6S più piccolo con certe mancanze. L’hanno voluto fare così per poter offrire il miglior compatto sul mercato. Il 6S ha dovuto offrire anche hardware al top visto che npn c’era nessuna novità che stravolgeva il dispositivo. Ora se tu mi dici che è stato tutto pensato in ottica ARKit questo non te lo so dire.

  • Caelestive

    Non in ottica ARKit ma in ottica di tutto ciò che il futuro iOS avrebbe offerto (mi riferisco anche a mappe ecc.).
    I megapixel (l’ho detta male sì ahah): mi riferivo che fino al 6 il sensore era rimasto sempre quello circa; con 6S c’è stato un saltino riguardo i megapixel, con 7 la stabilizzazione, il sensore più grande ed il flash, piccoli step che, oltre al risultato finale di foto e video, potrebbero esser stati adottati anche per avere una migliore esperienza in ambito AR, perché alla fin dei conti la fotocamera usi

  • Sagitt

    Mai lette più sciocchezze insieme

  • Sagitt

    Su air 2 come mai no?

  • Sagitt

    Ram e megapuzzole non hanno nulla a che vedere con questo kit

  • CAIO MARIOZ

    A8-A8X non supportano ARkit

  • Sagitt

    Peccato
    Pensavo iPad avesse già abbastanza potenza

  • CAIO MARIOZ

    Secondo me serve anche il nuovo processore di immagine presente nei dispositivi con A9 e successivi

  • CAIO MARIOZ

    Overview

    Visual Inertial Odometry
    ARKit uses Visual Inertial Odometry (VIO) to accurately track the world around it. VIO fuses camera sensor data with CoreMotion data. These two inputs allow the device to sense how it moves within a room with a high degree of accuracy, and without any additional calibration.
    Scene Understanding and Lighting Estimation
    With ARKit, iPhone and iPad can analyze the scene presented by the camera view and find horizontal planes in the room. ARKit can detect horizontal planes like tables and floors, and can track and place objects on smaller feature points as well. ARKit also makes use of the camera sensor to estimate the total amount of light available in a scene and applies the correct amount of lighting to virtual objects.
    High Performance Hardware and Rendering Optimizations
    ARKit runs on the Apple A9 and A10 processors. These processors deliver breakthrough performance that enables fast scene understanding and lets you build detailed and compelling virtual content on top of real-world scenes. You can take advantage of the optimizations for ARKit in Metal, SceneKit, and third-party tools like Unity and Unreal Engine.

  • Sagitt

    Può essere quello allora