Dal Regno Unito a Napoli grazie ad Apple: “E’ l’opportunità della mia vita”

17 maggio 2017 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

La prima Developer Academy di Apple inaugurata lo scorso anno a Napoli ha dato nuove opportunità soprattutto a chi, dopo aver lasciato l’Italia per trovare fortuna all’estero, è ritornato per avere una nuova opportunità. Questa è la storia di Lucio raccontata dal The Indipendent.

Lucio è un giovane napoletano che ha lasciato la sua città per trasferirsi nel Regno Unito e cercare di trovare lavoro in ambito tech. Dopo aver sentito dell’imminente apertura dell’Accademia Apple a Napoli, non ci ha pensato due volte e ha partecipato alle selezioni. Per tentare di entrare nell’Accademia, Lucio ha lasciato il suo lavoro da Starbucks ed è ritornato a Napoli per studiare la sua passione, quella per lo sviluppo. Fortunatamente le selezioni sono andate bene e, in autunno, Lucio ha potuto iniziare le lezioni.

Il ragazzo descrive l’accademia come l’occasione della sua vita e, dopo il primo anno di corsi, si sente di suggerire caldamente questa esperienza a chiunque voglia imparare a sviluppare app per iOS e macOS e sia alla ricerca di nuovi sbocchi lavorativi.

The Indipendent ritiene che l’Accademia Apple abbia reso Napoli più attraente per i giovani, frenando quella che era una vera e propria fuga di cervelli che partivano dal Sud verso paesi stranieri.

“Se rimani qui sei parte di un ecosistema che continuerà a formare gli sviluppatori” ha dichiarato Giorgio Ventre, professore presso l’Università di Napoli Federico II, “questo è qualcosa che serve se vuoi aprire un azienda, se vuoi mettermi in proprio o se vuoi avere le competenze necessarie per aiutare la tua azienda a crescere. Se rimani qui puoi trovare tutte queste opportunità”.

 

E intanto, sta per partire il secondo anno…

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Vinz

    Mah, io continuo ad essere scettico verso queste scuole.
    – Il diploma alla fine della fiera non vale nulla;
    – gli insegnanti sono quel che sono dato che i developer bravi hanno di meglio da fare;
    – ma soprattutto, c’è internet. Ci sono anni e anni (non ore) di tutorial su qualsiasi linguaggio di sviluppo, il 90% dei quali completamente gratuiti.

    Mi sembra inutile tanto quanto una scuola di cinema o d’arte.

  • Simone217

    Ciò che dici potrebbe essere applicato a qualsiasi corso di studi nel mondo, dall’asilo ad un master di Harvard.

  • Simone217

    Giuseppe il ragazzo oggetto dell’articolo si chiama Lucio e non Luigi, anche l’Independent ha sbagliato il nome 😉

  • Vinz

    No, perché la maggior parte dei campi richiede un titolo di studio. Se vuoi fare il medico o il commercialista senza laurea ti sbattono in cella. 😂

    I campi creativi (cinema, design, developing, scrittura, arte) non richiedono strettamente un titolo di studio, richiedono solo bravura. Nessuno ti viene a dire nulla se hai la terza media e la tua app è #1 nello store, anzi, è quasi meglio.

  • Simone217

    Uscendo un po’ dalla visione di “Whatsapp” e “Instagram” (applicazioni geniali) esiste anche un mercato di app per le aziende che credo sia giusto possa richiedere delle qualifiche inerenti allo sviluppo per iOS o Android. Per evitare di dover assumere interi team o laureati in informatica ed ingegneria dell’informazione che con iOS ci hanno a che fare solo tramite il loro iPhone 😂
    Criticavo solo i punti che hai elencato, da interno a questa scuola posso affermare che stiamo imparando a gestire tutte le fasi dello sviluppo e non solo quella “pratica” del codice. Su internet puoi trovare materiale si ma se non sai cosa cercare non risolvi molto.
    Per quanto riguarda i mentor stiamo parlando di professionisti comunque e non disoccupati in cerca di gloria te lo assicuro.

  • Caustic86

    Mi chiamo LUCIO, non Luigi!! 😀 Ho contattato MacRumors ed hanno corretto, please fatelo anche voi 🙂 grazie comunque dell’articolo!

  • Ciao Lucio, correggiamo subito grazie! Anzi se vuoi raccontarci di piu scrivici a segnala at iphoneitalia.com!

    Grazie

  • grazie!

  • Rafael

    In bocca al lupo Lucio!
    Complimenti.

  • stefano sicorello

    Lucio ma il podcast radioapple quando riprende?

  • Pippo

    …Ma un giorno si accorgera’ che in starbucks si guadagnava di piu’ 😀