Apple è sempre interessata all’acquisizione dell’unità memorie NAND di Toshiba

03 aprile 2017 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Secondo il Korean Herald, Apple è ancora interessata all’acquisizione dell’unità memorie di Toshiba, la cui messa in vendita è stata confermata più volte nelle scorse settimane. Insieme ad Apple, anche Amazon e Google sono interessate a concludere l’affare.

In totale, sarebbero 10 le aziende interessate ad acquisire l’unità memorie NAND di Toshiba, con la Silver Lake e la Broadcom pronte ad investire ben 18 miliardi di dollari, una cifra consistente e importante anche per le casse di Apple. Acquisendo la Toshiba, Apple avrebbe però il controllo diretto delle memorie NAND che vengono fornite a produttori concorrenti e, soprattutto, che vengono utilizzate su iPhone e iPad.

Una soluzione potrebbe essere quella di unire gli sforzi economici con TSMC e Foxconn, due partner storici di Apple. In questo modo, l’investimento sarebbe meno pesante e Apple potrebbe comunque rifornirsi di memorie NAND Toshiba a basso costo grazie alla collaborazione con le due aziende asiatiche. Inoltre, con questa acquisizione Apple diventerebbe concorrente diretto di Samsung anche in questo mercato…

Secondo gli ultimi rumor, però, l’azienda più vicina all’acquisizione di Toshiba Memories sarebbe la Western Digital, che già oggi possiede una larga fetta del mercato NAND. Foxconn, invece, è considerata “poco attraente” da Toshiba, anche perchè il governo giapponese non vorrebbe autorizzare la vendita ad una società cinese.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.