Tim Cook in Cina parla di globalizzazione e sicurezza informatica

18 marzo 2017 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Durante un incontro pubblico tenutosi in Cina, il CEO di Apple Tim Cook ha parlato di globalizzazione, crittografia, sicurezza informatica e relazioni internazionali.

Come riportato dal Wall Street Journal, nella giornata di ieri Tim Cook è intervenuto durante il China Development Forum, una conferenza annuale sponsorizzata dal governo cinese. Ogni anno, tra gli ospiti ci sono amministratori delegati di importanti aziende occidentali che operano nel paese, e questa volta tra gli invitati c’era anche Tim Cook.

Durante il suo discorso, Cook ha detto che la globalizzazione, in linea generale, è ideale per tutto il mondo, ma ha osservato che i guadagni socio-economici non possono essere distribuiti in modo uniforme all’interno o tra i vari paesi industrializzati. Nonostante qualche difetto, però, le nazioni devono continuare a portare aventi uno sviluppo globalizzato:

Penso che la cosa peggiore sarebbe quella di dire che la globalizzazione fa male e che potremmo farne a meno. Credo invece che il vero rischio per la gente riguardi i paesi che si isolano da questo mercato globalizzato.

Cook ha poi parlato di sicurezza informatica e di privacy degli utenti, due argomenti molto sensibili in Cina. Il CEO di Apple ha confermato che la sua aziende è molto attenta e utilizza la crittografia end-to-end per proteggere i propri clienti da attacchi esterni. Cook ha anche chiesto al governo cinese un incontro per parlare delle norme che obbligano le aziende a fornire assistenza tecnica in caso di indagini.

E sulla privacy degli utenti: “Noi pensiamo che ogni persona debba possedere i propri dati e controllarli senza alcun rischio”. Insomma, su questo punto Tim Cook non si è sbilanciato più di tanto.

In Cina, Apple sta cercando di aumentare la sua presenza nel mercato smartphone, dopo un 2016 molto negativo da questo punto di vista.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Vincenzo Capriotti

    Parlare di sicurezza e privacy in Cina nel 2017 è come parlare di integrazione e tolleranza nella Germania del ’39.