Day of the Tentacle Remastered arriva su App Store

12 luglio 2016 di Francesco Siciliani (@FrSiciliani)

E’ disponibile su App Store un famosissimo gioco pubblicato da LucasArt nel 1993. Parliamo di Day of the Tentacle, ora ottimizzato per iPhone e iPad.

screen640x640

Day of the Tentacle Remastered (AppStore Link)
Day of the Tentacle RemasteredDouble Fine Productions, Inc.Categoria: Giochi

Questo gioco, arrivato originariamente nel 1993 come sequel di Maniac Mansion di Ron Gilbert, è ora pronto ad appassionare gli utenti iOS con un gameplay ottimizzato e una trama simpatica e coinvolgente. Il gioco racconta che un malvagio tentacolo viola cerca di conquistare il mondo e che solo tre amici possono collaborare per fermarlo.

Il gioco è stato rimasterizzato per offrire una qualità in linea con i giochi moderni mantenendo però vivi gli elementi classici e caratteristici del gioco. Per i più esigenti però resta disponibile la modalità classica. E’ infatti possibile passare dalla modalità classica alla modalità rimasterizzata a seconda delle esigenze.

Day of the Tentacle Remastered è stato classificato come consigliato ad un pubblico di età maggiore ai 12 anni per “raro/moderato contenuto relativo ad alcol, tabacco o stupefacenti”, “rara/moderata violenza in cartoni animati o fantasy” e “raro/moderato contenuto relativo a gioco d’azzardo simulato”. Il gioco inoltre supporta nativamente il Game Center di Apple per il salvataggio e la condivisione di punteggi, classifiche e obiettivi.

Il gioco pesa circa 2.41GB, richiede iOS 9.0 o successivi per funzionare ed è disponibile su App Store per iPhone e iPad al prezzo di 4,99€. Se siete interessati, qui il link ad App Store. 

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Niccolò Boselli

    se fosse almeno in italiano ma…..mi dice INGLESE