I dipendenti di un fornitore Apple lavorano più di 60 ore a settimana

24 febbraio 2016 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

I diritti dei lavoratori sono difficili da far rispettare in Cina, come sa bene Apple che, da anni, cerca di applicare una serie di sanzioni ai partner aziendali che non rispettano alcune regole base nella tutela dei dipendenti. Malgrado tali misure, un nuovo report dimostra che i lavoratori della Pegatron superano abbondantemente le 60 ore di lavoro a settimana.

foxconn-iphone_large_verge_medium_landscape-600x375

Quello delle 60 ore settimanali è il limite massimo specificato da Apple negli accordi con i propri fornitori in Cina: una violazione di tale termine può comportare una serie di sanzioni contro il fornitore. Pegatron, uno dei principali partner Apple, sembra aver violato questo termine per diversi mesi, visto che la gran parte dei dipendenti lavorano più di 60 ore a settimana. I dirigenti dell’azienda spiegano che questa scelta è stata presa solo per far quadrare il bilancio, rispettare gli ordini Apple ed evitare licenziamenti.

Il China Labor Watch fa sapere poi che l’83% dei lavoratori di questi partner Apple superano le 80 ore di straordinari al mese, ben oltre il limite imposto da Apple. L’azienda di Cupertino deve fare ancora molto per far rispettare i diritti basilari dei lavoratori che, tra l’altro, alla Pegatron guadagnano 1.82$ all’ora.

[via]

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Kenny

    Bhe più che la quantità di ore, è la miseria con cui vengono pagati. In pratica li tengono a lavorare quasi gratis

  • Kamil Kolasinski

    Infatti produrre un iPhone non costa niente

  • StarLord

    un fornitore di Apple e ogni dipendente cinese sottopagato in quello stato. visto che non si mobilitano per cambiare le cose, affari loro…

  • Alberto

    “come sa bene Apple che, da anni, cerca di applicare una serie di sanzioni ai partner aziendali che non rispettano alcune regole”

    Avete mai scambiato 2 parole con i ragazzi degli Apple Store?
    Chiedete

  • ROOT

    Si ma questo non dipende da Apple…
    Sono i fornitori di Apple che devono rispettare la legge.

  • CAIO MARIZ®

    Chiuderei i contratti come è stato fatto con molti altri fornitori in questi anni

  • feelingblue

    In Italia funziona uguale, come concetto.
    Da me è la stessa cosa.

    Appalti un lavoro, al ribasso, fai finta che ti interessano i diritti dei lavoratori poi quello che succede sono cazz loro ..

  • Alfonso

    Beh io lavoro 70 ore a settimana e non mi sono mai lamentato…

  • Marco

    Visti i profitti stellari della società e la vocazione umanitaria del ceo, potrebbero anche organizzarsi per far produrre una parte dei componenti o meglio assemblare in USA.

  • Marco

    Però è anche vero che ad Apple, come a molte altre grandi aziende, fanno comodo questi fornitori schiavisti, per la loro manodopera a basso costo.

  • cervello in panne

    Praticamente fai lavorare gli schiavi chiedendo di schiavizzarli poco…

  • nonlocommando

    ma tanto che se ne fanno dei soldi se poi non hanno il tempo di spenderli? 😛

  • Saccente

    Beata ignoranza. Prendono come da noi 18 euro l’ora.

  • Khadir mbengue

    Non hanno niente da spendere guadagnano 1 dollaro e qualche centesimo all’ora poverini si comprano da mangiare e hanno già finito i soldi

  • johnny

    non ho capito, la colpa sarebbe di Apple?! a me sembra che la colpa sia dello Stato…

  • Khadir mbengue

    Parlano parlano ma non fanno niente per cambiare le cose

  • Roberto

    C’è anche chi fa di peggio, ad esempio Sansung sfrutta il lavoro minorile, e no è l’unica.

  • Nimeo

    Che vergogna 😡😡😡😡😡😡

  • StarLord

    Si esattamente

  • syucomm

    Beati loro solo 60…

  • Frank

    E’ inutile arrivare fino in Cina, basta vedere l’orario di lavoro reale di qualsiasi consulente delle varie Accenture, Kpmg etc… fornitrici o no di Apple che va dalle 9 alle 21-22 spesso senza pausa pranzo.

  • ROOT

    Questo è giustissimo, niente da ridire!

  • Anthony1986

    Purtroppo, nel mondo ci sono ancora sistemi totalitari, ad es.: in Cina ci sta la sanguinaria dittatura comunista che impone orari di lavoro ardui, sfruttando i lavoratori e altro ma, ahimè, nessuna organizzazione mondiale in difesa dell’uomo si oppone a tutta questa violenza.
    Concordo con Apple che bisogna sanzionare duramente chi sfrutta.

  • Elias Koch

    e poi i megaintroiti da dove li fanno? Se assemblare in cina gli porta a pagare un terminale sotto i 200$, farlo in america gli porterebbe via non meno di 500$ a terminale

  • Kenny

    Eeh almeno le due ore che stanno a casa, possono vivere dignitosamente, invece no nemmeno quello. È cosi vergognoso che è inutile parlarne

  • Kenny

    Ignorante sarai tu, maestro di economia di sta cippa

  • Saccente

    Io in Cina ci sono stato e ho visto quanto costa la roba. Una bicicletta costa l’equivalente di 10 ore di lavoro di uno di questi operai, ovvero 1 giorno di lavoro.
    Tu, invece, cosa sai?

  • TheMaverick13589

    Qual è il problema? 60 ore la settimana è, relativamente alla Cina, pochissimo! Lavorando dal lunedì al venerdì con festivo sabato e domenica (cosa che nemmeno in Italia si vede) sono 12 ore al giorno, dalle 8:00 della mattina alle 20:00 di sera. Oppure con il sabato lavorativo dalle 8:00 alle 18:00… Addirittura meno di un operaio Italiano!