Samsung Galaxy S7 – Tutto ciò che devi sapere [VIDEO]

19 febbraio 2016 di Francesco Siciliani (@FrSiciliani)

Dopo aver fatto un completo roundup sulle informazioni relative al nuovo LG G5, prossimo top di gamma LG pronto ad essere presentato al MWC di Barcellona, andiamo ad analizzare tutto quello che sappiamo sul nuovo Samsung Galaxy S7, il tanto atteso nuovo smarphone di Samsung che dovrebbe aver imparato parecchio dal passato. Scopriamo quindi tutto quello che c’è da sapere prima del lancio di Samsung Galaxy S7.

Il 21 febbraio verrà presentato al mondo il nuovo Samsung Galaxy S7, versione EDGE compresa. Tra pochi giorni quindi sapremo tutto ciò che riguarda il nuovo top di gamma di Samsung dopo mesi e mesi di ipotesi, rumor e indiscrezioni.

Partiamo con questo roundup e parliamo del rumor più diffuso su Galaxy S7 e Galaxy S7 EDGE. Secondo le voci, Samsung potrebbe lanciare modelli di Galaxy S7 con processori differenti a seconda della zona geografica di vendita (ad esempio USA, Europa, Cina, Corea e India). Samsung, dopo il lancio – piuttosto soddisfacente – del processore con SoC proprietario Exynos, introdotto su Galaxy S6, potrebbe differenziare l’offerta dei processori per questa nuova generazione di smarpthone, offrendo, oltre alla versione Exynos, anche una variante con processore Qualcomm, probabilmente puntando sul nuovo Snapdragon 820, stesso processore che dovrebbe essere stato scelto da LG per il suo G5. Il possibile arrivo del processore Qualcomm Snapdragon 820 si discute da settembre 2015, ovvero da quando su GeekBench è apparso un device Samsung chiamato Samsung Lucky (probabile nome in codice del Galaxy S7) in due varianti, una Exynos e una Qualcomm. C’è da considerare che, nei primi benchmark, il processore Qualcomm ha raggiunto risultati profondamente differenti da quelli del processore Exynos, ma che pian piano i risultati “scovati” in rete sono migliorati parecchio. E’ probabile che Samsung voglia commercializzare tre varianti del nuovo Galaxy S7, una dedicata a Corea del Sud ed Europa, una dedicata a Cina e Stati Uniti e una dedicata all’India. In Europa dovremmo vedere il modello Exynos mentre in USA il modello con Snapdragon 820.
Oltre alle due varianti relative ai processori, la scheda tecnica del prossimo Galaxy S7 dovrebbe includere 4GB di RAM, 32 e 64GB di memoria interna, una batteria da circa 3000mAh e una fotocamera posteriore da 12 megapixel con tecnologia BRITCELL che, di fatto, permetterebbe una migliore gestione della luce con pixel più piccoli. Il sensore della fotocamera presente nel prossimo Galaxy S7 dovrebbe, presumibilmente, avere un’apertura f/1.7. Anche il processo produttivo della fotocamera dovrebbe essere stato ottimizzato a 28nm rispetto alle varianti attuali (65nm). Questo permetterebbe alla fotocamera di essere più sottile e di non sporgere più dal dispositivo. Relativamente alla fotocamera, si è parlato anche di un possibile setup con doppia fotocamera posteriore, caratteristica ridondante in questo periodo anche nei rumor su LG G5 e iPhone 7. Questa però è un’ipotesi non molto diffusa e potrebbe anche non rispecchiare la realtà. Certo, una fotocamera doppia potrebbe avere ottime potenzialità ma non è detto che tutti i produttori vogliano, soprattutto già da ora, puntare in massa a questa tecnologia non ancora troppo diffusa.

Dovrebbe essere presente, all’interno del nuovo Galaxy S7, anche un chip audio dedicato, capace di migliorare le capacità audio del dispositivo. Un rumor parlava anche della possibile collaborazione di Samsung con Tidal per lo streaming musicale, probabilmente pronto per sfidare Apple Music e Spotify.

Parlando di design e materiali, c’è da aspettarsi una grande attenzione da parte della società sud-coreana. Dopo il rinnovamento “importante” (anche se profondamente in contrasto con le filosofie passate dell’azienda) notato su Galaxy S6, è possibile aspettarsi qualcosa di innovativo anche da Galaxy S7? Si anche se non è detto che il design cambi poi così tanto. Magari Samsung deciderà di perfezionare il design attuale con nuovi dettagli e alcune soluzioni particolari. Ad esempio, gli “errori” del passato potrebbero portare Samsung a riconsiderare la presenza dello slot per schede microSD, grande assente nella versione precedente per il pubblico abituato alla feature. Anche i materiali saranno, molto probabilmente, selezionati con molta cura. Molto quotata la possibile presenza della lega di magnesio nella scocca del dispositivo, insieme all’impiego del vetro. Questa soluzione potrebbe aumentare la resistenza, oltre che diminuire di molto il peso del dispositivo. Alcune voci anticipano un sistema di raffreddamento passivo, come sul Lumia 950XL, ma sono ipotesi da verificare.

Ancora, sono apparse delle custodie, verosimilmente realizzate per il Galaxy S7 che possono suggerirci alcuni dettagli del device. Le cover sono state realizzate da ITSKINS ma le informazioni sono poco attendibili al momento. Non sono mancate poi anche delle immagini leaked e dei render che ci hanno mostrato il probabile aspetto del prossimo Galaxy S7, così come sono apparse anche delle immagini del pannello frontale del dispositivo, che sembrerebbe assomigliare davvero tanto all’ultimo Galaxy Note. Infine, per concludere il capitolo design, sono apparse su Amazon USA, probabilmente per errore, anche delle custodie dedicate ai prossimi top di gamma Samsung realizzate da Spiegen, nota casa produttrice di custodie per dispositivi mobili. Queste custodie sembrano più attendibili ad una prima occhiata.

Un rumor intrigante riguarda la probabile integrazione di un pannello ClearForce che permetterebbe il riconoscimento della pressione delle dita in stile Force Touch (o 3D Touch) di Apple. Un brevetto di Samsung potrebbe alimentare questa ipotesi. Sul display non mancano anche alcune indiscrezioni relative alle probabili dimensioni (5.2 pollici, 5.5 pollici o 5.7 pollici QHD) che, di fatto, sono attualmente in dubbio. Probabilmente la variante da 5.5 pollici verrà sostituita dalla variante da 5.7 pollici, stando agli ultimi rumor. Non è da escludere comunque che arrivino due versioni differenti anche per il modello EDGE, magari con le stesse dimensioni dei modelli flat. Anche il digitalizer del pannello touch potrebbe variare quest’anno ed essere proprietario di Samsung.

Per quanto riguarda invece la capacità di Samsung di imparare dagli “errori” del passato abbiamo già accennato alla possibilità che il costruttore coreano torni ad implementare lo slot per la memoria microSD all’interno dei suoi nuovi top di gamma. Ricordiamo che, con l’eliminazione dello slot per le schede microSD, Samsung ha ricevuto diversi pareri negativi dai più “affezionati” all’espandibilità caratteristica del marchio. La batteria però dovrebbe restare non rimovibile. Una funzione che, verosimilmente, potrebbe tornare e fare felici gli addicted del Galaxy S5 è la resistenza all’acqua, caratteristica “abbandonata” in Galaxy S6. Non è chiaro al momento se si parla di semplice resistenza all’acqua o se si parla di impermeabilità. Da un video pubblicato da Samsung Indonesia infatti è possibile vedere che il nuovo Galaxy sarà resistente all’acqua ma non ci sono conferme sull’impermeabilità. Lo scopriremo alla presentazione. Alla luce di questi rumor si può notare come Galaxy S6 sia stato per Samsung un device di transizione e di studio e come la società sud-coreana abbia deciso di fare qualche passo indietro rispetto alle scelte che hanno guidato l’arrivo di Galaxy S6.

Il nuovo dispositivo di Samsung potrebbe, e specifichiamo potrebbe, integrare una porta USB-C, come molti altri produttori. Non è chiaro però se il rumor sia attendibile o meno. Un connettore USB-C potrebbe essere un’ottima caratteristica per il prossimo smartphone di Samsung. Un connettore microUSB invece renderebbe il device un po’ limitato rispetto ad alcuni competitor.

Il Wall Street Journal aveva lanciato anche l’ipotesi, citando fonti anonime e interne, di un sistema di riconoscimento dell’iride, rumor condiviso con LG G5.

A livello software, Samsung starebbe lavorando ad una TouchWiz migliorata e snellita. Il sistema ovviamente sarà Android 6.0 Marshmallow. Le funzionalità specifiche per il display curvo di Galaxy S7 EDGE, migliorate rispetto al passato (sport, azioni, bussola, feed, notizie, righello, app, widget, torcia, ecc) arriveranno anche per gli utenti di Galaxy S6 EDGE.

Sappiamo che Samsung è pronta a lanciare una nuova custodia “View Cover”. Si parla di una custodia con LED che ovviamente si dovrebbe integrare al meglio con il device, così come abbiamo visto con la custodia realizzata ad-hoc da LG per il nuovo G5.

Ultimamente sono apparse anche delle immagini di alcuni compoenti, probabilmente trapelati direttamente dalla fase di produzione. Evleaks ha pubblicato su Twitter anche le foto del probabile (quasi sicuro) logo del prodotto. Ancora, qualche giorno fa sono state pubblicate delle immagini che ritraggono il presunto device di Samsung dal vivo e che mostrerebbero un design con bordi arrotondati, vetro e (probabilmente) magnesio. Infine parliamo di colorazioni, probabilmente tre per il modello di quest’anno: grigio, nero e oro.

Prima del lancio è giusto notare che è apparsa in rete una slide di Samsung probabilmente facente parte della presentazione dell’evento Unpacked alla vigilia del MWC. La slide mostra alcune informazioni che comabcerebbero con alcuni rumor citati. Samsung ha annunciato la presentazione del device il 21 febbraio con questo video trailer:

Non ci resta che aspettare la presentazione per scoprire tutti i dettagli del nuovo Samsung Galaxy S7. Vi aggiorneremo, ovviamente, con tutte le novità.

Se non avete ancora guardato il video roundup pubblicato su Teeech.it potete tornare ad inizio articolo e far partire la riproduzione dal player integrato, altrimenti potete cliccare qui per recarvi sul nostro canale YouTube.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • æternum

    Visto che l’iphone 7 non avrà il jack cuffie questo s7 potrebbe rivelarsi molto interessante ^-^ lo proveró sicuramente!

  • Roberto Sgarli

    OMG! Scegliere la concorrenza solo per un ingresso cuffie è assurdo!
    Per carità ognuno poi fa quel che vuole, ma così è toccare il fondo.

  • æternum

    Per me l’app musica è l’app più importante, ho delle cuffie da oltre 200€ che utilizzo spesso a casa con l’iphone. Se dovessi rinunciare al jack audio dovrei anche rinunciare alle mie cuffie e non ci sto.

  • Alessandro

    Adattatori, questi sconosciuti.

  • æternum

    Adattatori a soli 99€ in pieno stile Apple ^-^
    Inoltre gli adattatori riducono la qualità audio..

  • Alessandro

    Stai ascoltando da un cellulare. La qualità audio è l’ultimo dei tuoi problemi.

  • æternum

    Io ho i file in ALAC nel cellulare..

  • Alessandro

    Allora usi l’adattatore. Esce dalla porta lightning, stai tranquillo che non c’è perdita di qualità.

  • æternum

    Cambio marca e faccio prima 😉

  • Alessandro

    E quando tutti leveranno il jack, che farai?

  • æternum

    resterò con l’ultimo dispositivo col jack 😉

  • Gianluca

    eh… non fa una grinza…😀

  • æternum

    Finchè ci piegheremo ai voleri delle aziende faranno sempre il cappero che gli pare..

  • ROOT

    Certo, perché comprare un telefono da 1.000 € e poi non avere una funzione basica (per lui) è un vero affare…

  • ROOT

    Giustissimo.

  • Alessandro

    Cosa non ha a disposizione? Semplicemente non si usa più il jack ma il connettore lightning o usb, perché stai certo che anche gli altri produttori, sempre che lo faccia Apple, abbandoneranno il connettore.

  • ROOT

    Si però lui ha delle cuffie con connettore jack da 3.5 quindi faglielo usare questo connettore…
    Capisco se hai delle cuffie da 20 € però qua si parla di abbastanza soldi spesi in cuffie; se poi le devi buttare o usarle con un adattatore meglio prendere un’altro cellulare no?
    Vabbè, poi ognuno fa come meglio crede…

  • Alessandro

    Non riesco proprio a capire la difficoltà di usare un adattatore, sinceramente. Cioè, poi ognuno usa il cellulare che vuole, ma se il mercato/la tecnologia spingono verso l’abbandono dello standard jack sui cellulari, ad un certo punto nessuno lo userà più. Sapessi quante VHS e quanti Floppy ho che in teoria ormai dovrei buttare. E quanti CD che su Mac non posso più usare perché lo standard è stato abbandonato. Ovvio che per i CD/DVD è un esagerazione. Però così è, l’innovazione e il mercato spingono in una direzione, noi possiamo solo adattarci o ribellarci non comprando. Ma quando e se poi tutti sono uguali che si fa?

  • ROOT

    Ma il cambio da uno standard generale a uno standard proprio non è che sia proprio un’innovazione eh? Posso capire il cambio dal CD/DVD alla USB ma questa decisione non la capisco proprio…
    Poi il tuo discorso è un po’ incongruente, prima dici di usare l’adattatore e dopo sei d’accordo sulla rimozione del jack da 3,5mm? 🤔

  • Alessandro

    Gli altri passeranno da jack ad USB. Apple ha la porta lightning e usa quella, sempre ammesso che non passi ad USB-C. È uno step che prima o poi sarebbe occorso a preiscindere. O si passerà al bluetooth o un mix tra usb/lightning e bluetooth.

  • ROOT

    Io tra le due alternative spero nelle cuffie Lightning/Bluetooh che solo Bluetooth…

  • Alessandro

    Speriamo. E speriamo che eventuali adattatori Lightning/Jack non costino uno sproposito.

  • ROOT

    Anch’io lo spero, personalmente non mi dispiace la rimozione del jack da 3,5 perché io ascolterei la musica con il connettore Lightning (ne ascolto anche poca, quindi) però posso capire la gente che spende un botto di soldi in cuffie con cavo per jack da 3,5mm e poi si ritrova con il cellulare castrato. Proprio per questo spero o in una validissima alternativa o negli adattatori economici…

  • roberto.evo

    Prendi un 6s e stai tranquillo per qualche anno.

  • Alzz

    Lascialo cambiare… poi senti le risate che ci facciamo😂

  • Alessandro

    Ma uno è libero di cambiare telefono quando vuole. Mica per legge si deve usare iPhone. C’è anche gente a cui non piace iOS e preferisce Android. Il problema è che non ha senso cambiare un telefono solo perché (forse) manca il jack delle cuffie, perché sappiamo bene che se lo fa Apple, dall’anno prossimo quasi tutti non lo avranno.

  • Alzz

    È ovvio.