LG G5: tutto quello che sappiamo in attesa del lancio [VIDEO]

16 febbraio 2016 di Francesco Siciliani (@FrSiciliani)

Dopo tanti rumor e tante indiscrezioni finalmente sappiamo che il nuovo LG G5 sarà presentato il 21 febbraio. Non ci sono dettagli ufficiali svelati da LG ma si sono susseguiti così tanti rumor da darci già un’idea sul prossimo device top di gamma di LG. Riepiloghiamo qui tutto quello che sappiamo in attesa della presentazione ufficiale.

Si dice che LG abbia imparato molto dal nuovo LG V10 (non a caso abbiamo scelto un’immagine del V10 come copertina per l’articolo) e abbia deciso di rivoluzionare il suo top di gamma con importanti novità. Si parla innanzitutto di identificazione biometrica. Anche il nuovo LG G5 quindi dovrebbe avere un sistema di lettura delle impronte digitali, simile a quello presente sul V10, con sensore sul retro in corrispondenza del pulsante per l’accensione. Ma non solo impronte digitali. Abbiamo letto vari rumor in rete che parlano della probabile introduzione di uno scanner dell’iride, idea assolutamente innovativa e inedita che potrebbe risultare molto interessante se sviluppata al meglio, anche se per ora non ci sono certezze.

LG sembra abbia imparato tanto dal V10, compresa la struttura in metallo che potrebbe fare il suo debutto anche sul nuovo G5. LG ha cercato sempre di proporre materiali interessanti sui propri top di gamma, come ad esempio le back-cover per G4 in pelle ma questa potrebbe essere una mossa più coerente con le scelte di tanti altri produttori sul mercato, anche considerando OnePlus e le scelte di design per il OnePlus X che abbiamo già recensito su Teeech (vi alleghiamo qui la recensione completa). Non si conoscono i dettagli relativi all’impiego del metallo nella scocca del prossimo LG; c’è chi parla di un design unibody e chi parla di un assemblaggio ibrido tra più materiali.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche c’è da sottolineare che ci sono state voci contrastanti a riguardo. Stando alle indiscrezioni più “quotate” si parlerebbe di un display QHD da 5.6 pollici con risoluzione 2560×1440 pixel e di un secondo display di supporto come su LG V10 da 160×140 pixel. Il nuovo G5 potrebbe montare un processore Snapdragon 820 quad-core, una GPU Adreno 530, 4GB di RAM e 32GB di memoria di massa per l’archiviazione. Si parla anche di una doppia fotocamera, rumor vicino anche al mondo Apple con le indiscrezioni relative ad iPhone 7, e di una batteria da 2800mAh.

Altri rumor però hanno parlato di display da 5.5 pollici o da 5.3 pollici, misure non troppo chiare a causa della probabile introduzione del display secondario, come su LG V10. Altri rumor hanno parlato di fotocamere da 21MP sul retro e da 8MP sulla parte frontale anche se le voci più “affidabili” parlano di una fotocamera da 16MP sul retro e di una fotocamera aggiuntiva per lo scatto di foto grandangolari fino a 135 gradi. La sezione relativa alla fotocamera dovrebbe integrare un autofocus laser e un doppio flash LED. In ogni caso sembra confermata la risoluzione QHD del display, indipendentemente dalle dimensioni. Altre voci ancora parlano di una RAM da 3GB.

Il nuovo G5 dovrebbe avere a disposizione un sensore per il battito cardiaco e, forse, un sistema di riconoscimento della pressione delle dita come il 3D Touch, anche se questa notizia è quella meno diffusa e meno confermata tra tutti i rumor quindi potrebbe, molto probabilmente, non corrispondere a realtà.

Molto più probabile l’arrivo del connettore USB-C, standard che sempre più produttori stanno cercando di integrare nei propri dispositivi e che, pian piano, inizia ad estendersi molto anche nel campo degli accessori al posto del classico MicroUSB.

Ma uno dei rumor più curiosi, che attualmente non ha troppe conferme in rete, riguarda il tanto famigerato “magic slot“, un sistema modulare che permetterebbe al device di integrarsi con altri accessori ad-hoc come batterie, componenti fotografici, sistemi audio, tastiere fisiche ecc. Questo richiederebbe un’ottimizzazione degli spazi e una buona gestione del design, capace di integrare al meglio le novità.

Al livello di design, alcuni render hanno mostrato come le differenze ipotizzate dai rumor rendano il nuovo top di gamma di LG molto differente dai modelli precedenti. Dalle foto in questione potrebbero emergere le dimensioni del G5, ovvero 149.4 millimetri x 73.9 millimetri x 8.2 millimetri. Un particolare degno di nota nel design è sicuramente la posizione del bilanciere del volume, che non dovrebbe più essere posizionato sul retro ma sulla parte laterale del dispositivo.

LG ha recentemente confermato la presenza della nuova funzionalità “Always on Display”, caratteristica che permetterà agli utenti di guardare notifiche, orario e altre informazioni essenziali senza accendere lo schermo. Ovviamente è probabile che LG utilizzi dei pannelli OLED o AMOLED per ridurre il consumo della funzionalità. La notizia è arrivata dal profilo Twitter ufficiale di LG. Dalla foto pubblicata si possono notare anche alcune conferme relative al cambio di design. Inoltre è stata già annunciata la nuova Quick Cover per LG G5, in anticipo rispetto al lancio del dispositivo. Solitamente sono sempre leak e produttori di terze parti a svelare le custodie in anticipo ma qui LG ha voluto fare la prima mossa. Questa nuova cover permetterà agli utenti di avere sempre a disposizione la parte del display “always on” e di poter controllare facilmente le informazioni senza aprire lo “sportellino”. Inoltre la custodia renderà possibile l’uso di alcune gestures per rispondere alle chiamate ad esempio sempre senza scomodare lo sportellino della cover.

Non sono mancati video concept e render che confermano la grande attenzione mediatica sul nuovo top di gamma di LG, davvero molto atteso.

La data di presentazione ufficiale del nuovo LG G5 è stata comunicata ufficialmente da LG su Twitter. Il giorno scelto per la presentazione è il 21 febbraio, lo stesso giorno della presentazione del Samsung Galaxy S7, l’altro top di gamma tanto atteso. Insomma un periodo molto interessante e ricco di novità per gli appassionati di tecnologia. Ovviamente vi riporteremo tutte le notizie più importanti a riguardo. L’ultima notizia riguarda la comparsa del terminale sulle tabelle di GeekBench. Dalle specifiche presenti è possibile avere una conferma sul quantitativo di RAM, sul sistema operativo e sul tipo di processore utilizzato. Ovviamente l’identità del dispositivo apparso su GeekBench non è stata svelata ufficialmente ma dovrebbe corrispondere al nuovo top di gamma della casa coreana.

Se non avete ancora guardato il nostro video riepilogo potete cliccare qui per recarvi sul nostro canale YouTube oppure potete tornare ad inizio articolo e far partire la riproduzione dal player integrato.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • StarLord

    In tutto ciò mi domando ancora come gli utenti LG trovino comodo il pulsante sul retro, specialmente quando il telefono è appoggiato su un tavolo…

  • Alzz

    Si, quando è appoggiato sul tavolo devi mettere il codice…. Almeno LG prova ad essere originale, caro Starlord 😉

  • ROOT

    Mi sono sempre piaciuti i telefoni LG…

  • Ethan

    …carino.

  • StarLord

    L’originalità serve a poco se va contro alla funzionalità, caro Ale ☺️

  • Pippo

    sono piu’ le volte che sblocchi il telefono sul tavolo o quando ce l’hai in mano?

  • roberto.evo

    Lo scanner dell’iride lo ha già il lumia 950/xl .

  • StarLord

    considerando che sto seduto 8 ore al giorno, direi 50 e 50. quindi evitiamo le domandine mirate, se mi pronuncio così è perché evidentemente l’uso che ne faccio implicherebbe scomodità avere un pulsante sul retro del telefono. e parlo per esperienza diretta, visto che la mia ragazza ha avuto un LG spirit per circa 6 mesi. prova a regolare il volume coi tasti sul retro, vediamo come ti diverti :)

  • Alzz

    D’accordissimo, ma la dignità ha un valore ancor maggiore! 😉

  • Alzz

    Almeno la metà!

  • Alzz

    Ahahhaha… Deve essere uno spasso farlo!

  • StarLord

    Beh, nella vita si, nei telefoni non saprei 😅

  • Pippo

    domandina mirata o no… in mano, e’ piu comodo sbloccare il device con l’indice sul retro.

  • StarLord

    opinione personale e contestabile, mi spiace :) io mi trovo meglio con lo sblocco frontale 😉

  • Pippo

    vedrai che tra 1 anno o due.. quando i sensori diventeranno economici, accontenteranno tutti mettendone uno davanti e uno sul retro. magari invisibili

  • StarLord

    sarebbe figo si! un sensore “a tutto schermo” nella zona di maggior influenza delle dita, così che basta prendere il telefono e automaticamente si sblocca

  • Suppanam

    Lo sblocchi con il doppio tap sullo schermo spento, non ti serve il pulsante!

  • Gioele Corsinovi

    Che te ne fai del pulsante? LG ha la possibilità del doppio tocco per sbloccarsi… L’unica scomodità, da ex possessore di G4, è che sul tavolo lo si usa malissimo a causa della curvatura posteriore, oscilla in continuazione.

  • StarLord

    si beh parliamone, sullo Spirit il doppio tap fa veramente pena. funzione carina ma non troppo, inoltre il doppio tap non ti sblocca lo schermo, lo attiva soltanto e se hai lo sblocco con riconoscimento d’impronte, sei punto e a capo

  • Gioele Corsinovi

    Su G4 il doppio tap funziona da Dio… Sicuramente aggiungere il sensore di impronte digitali sul display posteriore non è un’ottima scelta… Però io già non usavo mai G4 sul tavolo… È uno dei motivi per cui l’ho dato via, per me sarebbe un problema solo se il retro del telefono fosse regolare ma con la curvatura non lo utilizzerei mai appoggiato.

  • StarLord

    Si vero anche con la curva è uno schifo da usare appoggiato