Re/code: “Apple, non entrare nel mercato VR!”

03 febbraio 2016 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Apple pensa che la realtà virtuale sia “cool” e, secondo gli ultimi rumor, ha già creato un team segreto per creare degli occhiali VR. Secondo Re/code, però, l’azienda non dovrebbe assolutamente entrare in questo mercato.

vrla-project-morpheus

Secondo Re/code, considerando il vasto pubblico di Apple e lo stato attuale del mercato VR e delle relative tecnologie, sarebbe prematuro per l’azienda entrare in questo settore.

Al momento, l’unico vero dispositivo interessante è il Gear VR di Samsung, che però è ancora troppo “geek” per la massa. Come affermato anche da The Verge, si tratta di un dispositivo “molto affascinante per capire dove questa tecnologia non deve andare…“. Con i suoi Cardboard, Google cerca di raggiungere la massa offrendo a tutti la possibilità di visualizzare contenuti a 360 gradi, con oltre 5 milioni di “occhiali” giù spediti in tutto il mondo.

Anche Sony, HTC e Facebook hanno in programma di rilasciare i propri headsets entro la fine dell’anno, soprattutto per un utilizzo hardcore con i videogiochi (vedi Sony con la sua PlayStation 4). Per essere sfruttati al meglio, però, l’utente dovrà non solo acquistare gli occhiali, ma anche l’hardware necessario per giocare (console o PC potenti) e i relativi giochi. Insomma, una spesa molto alta per puro intrattenimento.

Apple ha invece contribuito ad ampliare la definizione di giocatore, tramite il suo App Store e i tantissimi giochi “casual” che tanto successo hanno avuto e stanno avendo. Il cliente “tipico” di Apple non è un giocatore hardcore, in quanto preferisce giocare a titoli mordi e fuggi, e non è ancora pronto all’esperienza che ora possono offrire questi occhiali.

Le acque della realtà virtuale non sono ancora state tracciate. Non sappiamo cosa ci riserverà il futuro, ma di sicuro per i prossimi 2-3 anni sarà un mercato di nicchia, formato da geek e da giocatori incalliti. Per Apple, quindi, potrebbe essere un rischio presentare dispositivi di questo tipo tra il 2016 e il 2017. Forse, è meglio aspettare ancora un po’ è capire cosa succederà nei prossimi anni…

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Matteo Branchi

    Non credo che la realtà virtuale prenderà
    il posto dei videogiochi normali , per ora è un mercato di nicchia,
    personalmente non credo sarebbe molto salutare per la vista avere uno schermo a 3 cm dalle retine per circa 1 ora al giorno .
    Gli occhi non si ricomprano purtroppo.

    Per rivoluzionare il mercato dei videogiochi ne riparleremo quando avranno costruito un proiettore di ologrammi accettabile
    (esistono già! ma sono molto acerbi e gli ologrammi sono piccoli come formiche)

  • Pingback: Re/code: “Apple, non entrare nel mercato VR!” | maticciofive()

  • Pingback: Re/code: “Apple, non entrare nel mercato VR!”()

  • Alexiss079

    Matteo Branchi, non è questo, il Gear VR, costa 130€ e te lo puoi permetterlo, conoscendo apple, non ti vende mai a 100€ una cosa, hanno anche aumentato le Apple TV!

  • http://www.apple.it Ruppolo

    Sì l’unico dubbio è il danno agli occhi. Il prezzo è abbastanza alla portata di tutti.