PowerMe, il progetto su Indiegogo che trasforma gli smartphone in una fonte di energia

24 novembre 2015 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Dall’idea di due ragazzi italiani, arriva su Indiegogo un interessante progetto chiamato PowerMe. Si tratta di un cavo all-in-one che permette la connessione diretta di qualsiasi dispositivo mobile dotato di porta microUSB o Lightning.

Schermata 2015-11-23 alle 16.14.58

Tra i device compatibili in erogazione di energia ci sono i device Android, Windows Phone e Blackberry, mentre grazie alla possibilità di utilizzare qualsiasi adattatore tutti gli standard sono compatibili con la ricezione dell’energia, inclusi Micro-USB, Lightning, Mini-USB e USB Type-C.

La connessione diretta consente di trasferire la carica di un dispositivo nella batteria dell’altro. Con PowerMe è possibile caricare uno smartphone da un altro smartphone o dal tablet di un amico, oppure le cuffie Bluetooth dal telefono senza avere accesso ad alcuna presa di corrente.

La raccolta fondi per finanziare questo progetto, nato dall’idea dei due giovani italiani Ludovico Cianchetta e Francesco Crema, parte sulla popolare piattaforma online Indiegogo con l’obiettivo di raggiungere 10.000 dollari per la sua realizzazione. Da oggi e per i prossimi 45 giorni i partecipanti al crowdfunding potranno dare il proprio contributo a partire da 1 dollaro. Gli utenti che decidono di aderire all’iniziativa, in base alla cifra donata, ricevono: PowerMe insieme all’adattatore utile per trasformarlo in caricatore USB (a partire da 11 dollari in su); PowerMe, adattatore USB e Lightning per caricare tutti i dispositivi Apple (dai 13 dollari in su) e, infine, per le donazioni superiori ai 150 dollari è prevista una cena per incontrare il Team di PowerMe.

Schermata 2015-11-23 alle 16.15.08

Un altra possibilità offerta da PowerMe è lo scambio di file diretto tra due dispositivi, con conseguente risparmio di tempo e consumo di dati derivante dal trasferimento di foto, musica e documenti nel cloud. PowerMe infatti consente uno scambio di file rapido grazie alla connessione diretta tra i due terminali collegati e riduce gli errori di trasferimento grazie al controllo di ridondanza integrato nel protocollo.

PowerMe è comodo anche quando si ha lo smartphone scarico, una presa USB a disposizione (per es. al lavoro quando siamo davanti al PC) ma nessun cavo per ricaricare. Anche in questo caso PowerMe aiuta gli utenti, perché dispone di un adattatore che permette di utilizzare il cavo come un normale filo microUSB / Lightning.

PowerMe è anche un dispositivo da viaggio, grazie alle sue dimensioni ridotte e alla comodità di trasporto gli utenti possono sempre portarlo con loro quando si trovano fuori casa: ha la forma di un portachiavi e può essere agganciato, grazie alla chiusura magnetica integrata, al passante dei pantaloni o al mazzo delle chiavi.

Maggiori info sono disponibili su Indiegogo.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Pingback: PowerMe, il progetto su Indiegogo che trasforma gli smartphone in una fonte di energia | maticciofive()

  • Marco Bianchini

    Si così la batteria del telefono va a farsi benedire visto che i cicli aumenteranno all’inverosimile. Altra cosa. L’adattatore è Mfi? Ricordiamo che se non è mfi (Made for iPhone) i rischi sono tantissimi, rischio anche di invalidare la garanzia.

  • Mattechnology007

    Scusami, per sapere: se uso un cavo non certificato come faccio a invalidare la garanzia?

  • Pietro297289

    Si anche io sono curioso di ciò che hai detto dato che uso cavo originali e non

  • Ciao Marco, notiamo con piacere che PowerMe ti interessa molto dato che hai commentato negativamente anche su Cult Of Mac. In ogni caso PowerMe è stato pensato come dispositivo d’emergenza, quindi i cicli di ricarica non aumenteranno. Inoltre il nostro adattatore è certificato, infine non invalidi la garanzia usando cavi non MFi. Grazie

  • Non invalidano la garanzia! È impossibile per Apple sapere se hai usato un cavo originale o meno, se l’iPhone se ne accorgesse non caricherebbe neanche…

  • Mattechnology007

    Infatti

  • Ale_Gaino

    Ammiro il lavoro fatto, ma resto dubbioso sulla qualità del prodotto, parlo per esperienza personale negativa con form factor simili (inCharge).

  • Marco Bianchini
  • Marco Bianchini
  • Marco Bianchini

    Concordo.

  • Marco Bianchini

    una certificazione Apple costa 4$, il cavo costa 9$ prezzo retail al pubblico. Ho seri dubbi sulla vostra certificazione

  • Apple non è proprio disinteressata 🙂
    In ogni caso, certo che “potrebbe”, se io faccio un connettore che entra nell’iPhone e lo attacco alla lavatrice, quello è un connettore non MFI che fa danni al cellulare.
    Se il connettore, pur non MFI, è progettato da ingegneri esperti e ampiamente testato, è un’altra cosa

  • StarLord

    Con tutto il rispetto per la tua opinione, mettere in discussione la fonte ufficiale per tue convinzioni personali è alquanto spocchioso

  • Marco Bianchini

    Ah ma quindi adesso il vostro cavo non è più Mfi come avete dichiarato ma solo progettato da ingegneri esperti? ?

  • Droidosauro

    Anche io comprai InCharge, cos’è che non ti è piaciuto?

  • Droidosauro

    però dovrebbero scriverlo chiaramente che ha la certificazione MFi, se non lo scrivono ci sarà un perché. Lo dico anche per interesse personale: qualsiasi cavo non MFi non riesco a farlo funzionare su un iPhone 5, qualcuno funziona per un po’, ma prima o poi appare sempre il messaggio di accessorio non originale e, usandolo col caricabatteria, smette di ricaricare. Anche inCharge (stesso form factor) mi faceva lo stesso

  • Droidosauro

    il problema non è il danno, che anche secondo me non arreca, ma il fatto che il telefono lo riconosce come non originale, appare il messaggio di accessorio non originale e smette di caricare. Almeno è questo che fanno i cavi non MFi sul mio iPhone 5

  • Ale_Gaino

    Mi si è staccato il magnete, avendolo usato una volta. Ho provato a contattarli per una sostituzione e non mi hanno mai risp. Senza contare i problemi con la spedizione.

  • Droidosauro

    La spedizione è effettivamente lentissima e tra l’altro a me è arrivato dalla Svizzera. Per il magnete credo fosse un difetto delle prime versioni, perché avevo già letto di altre lamentele, invece a me è davvero fortissimo. Leggevo nei commenti su Indiegogo che ad alcuni lo sostituivano

  • Ale_Gaino

    Si per carità però prima che mi arrivasse e chiedevo informazioni rispondevano, dopo che gli ho scritto sta cosa più risposto.

  • Droidosauro

    allora scrivete chiaramente che ha la certificazione MFi. Perché non lo scrivete?

  • Ludovico Cianchetta

    Ti ringrazio per il supporto , grazie a te e tutti i criticoni in una settimana abbiamo raggiunto la cifra di 19.000$! Grazie di cuore

  • Marco Bianchini

    Ludovico, cresci! È ora di crescere! 😉