5 applicazioni per… gli attori

07 settembre 2013 di Andrea Chiovelli

Nuovo appuntamento con la nostra rubrica “5 applicazioni iPhone per…“, nella quale scegliamo una particolare categoria di utenza proponendo le 5 applicazioni più interessanti. L’appuntamento odierno è dedicato a tutti coloro che fanno teatro, e più in generale si trovano a dover recitare o presentare.

arlecchino teatro recitazione

[app 408873298]

rehearsal 2 screenshot

Un copione da studiare e poco tempo per farlo? Rehearsal 2 fa al caso vostro. A prima vista sembrerebbe un semplice pdf e doc reader con svariate possibilità, quali evidenziare righe in colori diversi e inserire note a margine. In realtà è molto di più.

Una volta aggiunto il copione all’app (anche direttamente da una mail) è possibile, con un tap, oscurare le righe evidenziate, per avere davanti un copione “da ripasso” in cui le proprie battute sono invisibili. Basta un altro tap per ripristinarle per verificare la correttezza di quanto detto.

Oltre a ciò, si possono registrare a voce le scene, e riascoltarle mentre il copione “scorre” sullo schermo. Se siete indecisi su come rendere un carattere, potete registrare più volte la scena in modi diversi e conservare le varie interpretazioni per ricordarle; e se una è particolarmente soddisfacente, la si può inviare in mp3 via mail direttamente dall’app.

Tra i difetti, il prezzo alto e la mancanza della lingua italiana, anche se va detto che in una app del genere è un dettaglio poco importante, visto che si lavora su un proprio file e l’interfaccia si limita ad alcuni pulsanti dal significato evidente. Pesa 11,9 mb, è ottimizzata per iPhone 5 ed è possibile scaricarla a questo indirizzo al costo di 17,99 €. Applicazione universale.

[app 368070258]

linelearner screenshot

Se dovete provare il copione, ma non avete modo di incontrarvi con gli altri attori, potete usare LineLearner. Questa app è sostanzialmente una vera e propria “spalla” in fase di ripasso.

Il concetto alla base è semplice: durante la registrazione l’utente ha a disposizione due pulsanti, “Record Me” e “Record Others”, permettendo così di differenziare le proprie battute da quelle degli altri personaggi. Si preme il primo pulsante e si pronuncia la propria frase, poi, senza bisogno di fermarsi, si preme il secondo e si prosegue nella lettura, tornando a premere il primo pulsante alla successiva battuta da studiare.

Una volta registrata la scena, LineLearner è pronto a “darvi le battute”. E’ possibile ovviamente ascoltare l’intero brano, ma la modalità davvero interessante è un’altra: conoscendo la durata delle battute dell’utente, l’app può limitarsi a riprodurre quelle degli altri personaggi, tacendo invece quando è il vostro turno e proseguendo subito dopo. Se ad esempio la vostra battuta registrata dura circa 4 secondi, l’app darà la battuta precedente, vi darà 4 secondi di tempo per dire la vostra dopo i quali ricomincerà a parlare. Nelle impostazioni è possibile scegliere se riprodurre la battuta giusta al termine dell’attesa, in modo da verificarne all’istante la correttezza, oppure se saltarla a piè pari proseguendo con le battute successive, permettendo così di discorrere in maniera fluida con il proprio iDevice, proprio come si farebbe con una persona fisica.

E’ possibile organizzare le proprie registrazioni dividendole in scene, a loro volta organizzate in copioni, per chi studia in contemporanea più di un testo. L’utente ha inoltre la possibilità di riordinare le battute registrate, cancellarne o rimpiazzarle in caso di modifiche.

L’app non è localizzata in italiano, ma l’interfaccia intuitiva lo rende un ostacolo di poco conto. Pesa 1.4 mb ed è ottimizzata per iPhone 5: la trovate a questo indirizzo. Esiste anche una versione Lite per testarne il funzionamento: in questo caso la durata massima della registrazione è di 10 battute.

[app 380879822]

vocabolaudio screenshot

Qualche dubbio sulla dizione di una parola? Vocabolaudio è una raccolta di pronunce, con 15.000 parole italiane registrate. Non si tratta di una voce generata dal software, ma di una vera registrazione audio: basta scrivere la parola desiderata e tapparvi sopra per ascoltare la voce con la pronuncia corretta.

L’applicazione funziona anche in assenza di connessione a internet: i file audio sono infatti già tutti salvati all’interno del dispositivo, portando la dimensione dell’app a quasi 100 Mb.

Purtroppo Vocabolaudio non è ottimizzata per iPhone 5, anzi in realtà il suo sviluppo è fermo ormai dal 2010: nonostante questo, e qualche errore in alcune parole, rimane ancora un buon riferimento per la dizione. Esiste sia a pagamento, a 1,79 €, sia in versione gratuita, con solo 1000 vocaboli.

[app 284417350]

remote screenshot

L’applicazione la conosciamo tutti: un potente “telecomando” per il nostro iTunes, che permette di sfogliare la libreria residente sul nostro Mac direttamente da iPhone, avviare e arrestare la riproduzione, cambiare canzone, alzare ed abbassare il volume…

Questo la rende perfetta per gli attori che hanno necessità di lanciare file audio (siano esse canzoni, basi o semplici effetti sonori) direttamente dalla scena, senza poter contare su una persona esterna. Una volta creata la playlist dello spettacolo sul proprio Macbook, lo si collega alla regia come sorgente audio, e si crea sul luogo dello spettacolo una rete wifi, utilizzando ad esempio un router mobile di quelli forniti in abbonamento dagli operatori, avendo cura di connettervi sia il portatile che l’iPhone. A quel punto è possibile far partire le tracce e comandare il volume direttamente dalla scena, con ingombro minimo, quello di un telefono, facilmente occultabile. Il tutto con un buon margine di sicurezza: l’accoppiata made in Apple risulta stabile e discretamente reattiva.

Trattandosi di un’app di mamma Apple, è ovviamente in italiano, universale e ottimizzata con iPhone 5. Pesa 18,8 Mb e si scarica da questo indirizzo.

Per chi usa VLC, è possibile fare la stessa cosa con VLC Remote, anche se in questo caso è necessario installare sul mac un server apposito.

[app 564578577]

ateatro screenshot

Un bravo attore assiste spesso a rappresentazioni teatrali di altri interpreti, soprattutto se questi sono di grande fama e bravura, così da ampliare il proprio bagaglio di esperienza. Per questo ci viene incontro aTeatro, un’applicazione grazie alla quale avrete sempre con voi una guida agli spettacoli nei teatri delle maggiori città italiane (sette per ora quelle nel database: Roma, Milano, Torino, Firenze, Genova, Napoli e Palermo).

Ma non solo: oltre a poter consultare, città per città, l’elenco dei teatri e gli spettacoli in cartellone in ognuno con date e orari, è presente una scheda informativa con trama e cast; inoltre si può leggere la storia del teatro scelto, o visualizzarne i recapiti e la posizione su una mappa.

Utile l’elenco dei preferiti, in cui inserire gli spettacoli di maggior interesse per ritrovarli rapidamente.

aTeatro è ovviamente localizzata in italiano, ma purtroppo non ottimizzata per iPhone 5. Pesa 20.5 Mb e potete trovarla a questo link.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.